SUPERBIKE ASSEN, IN DIRETTA GARA 1 E GARA 2

IL VIDEO DEGLI HIGHLIGHT DI GARA 2

Jonathan Rea, vincitore di gara 2

GARA 2

questa di Assen è proprio una corsa pazza… al terzo giro Checa è ultimo….

… Checa rientra ai box per cambiare la gomma….

  1. SMRZ
  2. HASLAM +4.235
  3. SYKES +6.965
  4. LAVERTY +7.055
  5. GUINTOLI +7.278
  6. REA +7.461
  7. BERGER +7.653
  8. DAVIES +8.049
  9. MELANDRI +8.473
  10. FABRIZIO +13.613

al settimo giro la corsa si conferma pazza: Sykes in settima posizione passato anche da Davies…

… Smrz va come un treno… ma arrivano nuvoloni neri…

Biaggi è 13°… questo Assen non è per lui… Sykes sembra prepararsi a cambiar le gomme…

McCormick cade….

a metà gara

  1. SMRZ
  2. GUINTOLI +4.065
  3. HASLAM +4.881
  4. LAVERTY +5.237
  5. REA +5.530
  6. DAVIES +6.395
  7. MELANDRI +9.784
  8. BERGER +10.487
  9. SYKES +12.993
  10. GIUGLIANO +26.320

McCormick trasportato al centro medico… aspettiamo notizie…

Rea infila Laverty, ora è terzo!…

Biaggi supera Giugliano ed è 8°…

-8 giri…

  1. SMRZ
  2. GUINTOLI +0.913
  3. REA +3.109
  4. LAVERTY +4.676
  5. HASLAM +5.003
  6. MELANDRI +7.704
  7. SYKES +14.271
  8. BIAGGI +29.575
  9. GIUGLIANO +29.781

Guintoli passa al primo posto!!!…

Rea supera Smrz e va alla caccia di Guintoli…

cadutona di Smrz…. ha messo le ruote in una pozza sul cordolo…

Rea al comando!!!…

Melandri quarto.. alla caccia del terzo posto…

incredibile serie di sorpassi tra Melandri Laverty e Haslam!!!!… tutto resta come prima….

vince Jonanthan Rea!!!

l’ordine di arrivo…

  1. REA
  2. GUINTOLI +2.819
  3. LAVERTY +12.638
  4. MELANDRI +12.762
  5. HASLAM +12.764
  6. SYKES +20.393
  7. BADOVINI +36.317
  8. BIAGGI +37.747
  9. GIUGLIANO +41.350
  10. FABRIZIO +43.930

 la classifica generale…

  1. Max Biaggi Aprilia 92
  2. Carlos Checa Ducati 91
  3. Tom Sykes Kawasaki 79
  4. Sylvain Guintoli Ducati 66
  5. Marco Melandri BMW 66
  6. Jonathan Rea Honda 65
  7. Leon Haslam BMW 58
  8. Eugene Laverty Aprilia 56
  9. Jakub Smrz Ducati 39
  10. Davide Giugliano Ducati 37
  11. Michel Fabrizio BMW 26
  12. Maxime Berger Ducati 25
  13. Hiroshi Aoyama Honda 22
  14. Niccolò Canepa Ducati 20
  15. Lorenzo Zanetti Ducati 20
  16. Joan Lascorz Kawasaki 17
  17. Leon Camier Suzuki 14
  18. Ayrton Badovini BMW 11
  19. Leandro Mercado Kawasaki 9
  20. David Salom Kawasaki 9
  21. John Hopkins Suzuki 8
  22. Bryan Staring Kawasaki 6
  23. Chaz Davies Aprilia 2
  24. Mark Aitchison BMW 1

 

IL VIDEO DEGLI HIGHLIGHT DI GARA 1

Davide Giugliano: uno splendido secondo posto per il pilota della Ducati

GARA 1

 

PARTITI!!!

Melandri ottima partenza è terzo….

primo giro:

SYKES

REA

MELANDRI

CHECA

SMRZ

HASLAM

LAVERTY

FABRIZIO

DAVIES

GUINTOLI

 

… Biaggi 13°

 

Melandri al secondo posto bel sorpasso su Rea!!!…

 

Haslam va lungo ma resta in pista…. Sykes è in fuga…

Biaggi passa Giugliano ed è 12°…

Melandri riprende Sykes a – 18 giri dalla fine…

i piloti sono compatti in fila indiana… sono bloccati i riferimenti cronometrici…
Checa tento il sorpasso di Smrz ma non riesce…

Checa passa Smrz che lo ripassa poi Haslam va davanti a Checa…

Biaggi è ora 8°… i crono sono sempre bloccati…

Rea aggressivo su Melandri che inizia ad avere le gomme consumate…

iniziano a cadere alcune gocce di pioggia…

Rea risschiaaa!!!….

Melandri ci prova con Sykes che resiste…

a -11 giri dalla fine:

  1. SYKES
  2. MELANDRI +0.170
  3. HASLAM +0.426
  4. CHECA +0.776
  5. SMRZ +1.254
  6. LAVERTY +1.577
  7. REA +1.584
  8. DAVIES +1.878
  9. GUINTOLI +2.040
  10. HOPKINS +2.683

Sykes giro più veloce: 1’37″320

a Sykes esplode il motore!!!!

una serie di uscite… bandiera rossa….

… la gara non dovrebbe essere stata completata ma i pannelli dicono “Session Complete”… vedremo…

wet race… Melandri era uscito e ora gli hanno cambiato i semimanubri…

ripartenza tra 14 minuti…..

piove forte….

Melandri, alla ripartenza, è in testa (era secondo dietro Sykes)… comunque la verdona torna agli standard di qualche gara fa: veloce ma inaffidabile…

pioggia forte e vento forte… temperatura dell’aria 9°… i piloti sono in griglia…

giro di warm up…

RIPARTITI!!!

Melandri terzo… piove molto forte… si vede male…

anche Checa supera Melandri… Badovini terzo…

Rea cade!!!…

dopo due giri

  1. HASLAM
  2. BADOVINI +7.138
  3. CHECA +6.735
  4. GIUGLIANO +6.933
  5. LAVERTY +6.447
  6. FABRIZIO +7.423
  7. BIAGGI +7.651
  8. GUINTOLI +8.016
  9. ZANETTI +8.496
  10. MELANDRI +9.217

Biaggi passa Fabrizio…

Haslam cade!!!

Biaggi in terza posizione è quello che gira più veloce di tutti!!!!

Guintoli passa Biaggi… battaglia tra i due…

cade Zanetti… cala la pioggia…

battaglia Biaggi Guintoli…

Badovini al comando!!! Checa segue….

Giugliano passa Biaggi!!! tanti italiani davanti… Badovini cade….

sorpasso brivido di Biaggi su Laverty!!!…

inizia l’ultimo giro….

Bandiera a scacchi!!!

  1. GUINTOLI
  2. GIUGLIANO +2.633
  3. CHECA +3.031
  4. BIAGGI +3.927
  5. LAVERTY +4.374
  6. FABRIZIO +11.359

alla fine solo 15 arrivati… Melandri 9°

 

———————————————–
Ma non possiamo parlare di superbike senza mandare un pensiero a Joan Lascorz, ecco di seguito l’ultimo comunicato ufficiale del team Kawasaki:

 

A seguito dell’incidente occorso a Joan Lascorz ad Imola nel corso del test ufficiale World Superbike del 2 aprile scorso, il Kawasaki Racing Team ha pubblicato il seguente aggiornamento.

Joan Lascorz è cosciente e resta ricoverato nell’unità di terapia intensiva dell’Ospedale Vall d’Hebron di Barcellona e resterà lì fino a quando sarà presente del muco nei polmoni. L’idea iniziale era quella di spostare Joan in centro specialistico all’interno dell’ospedale, ma i dottori preferiscono attendere la settimana prossima.

In relazione a qualsiasi eventuale infortunio alla spina dorsale, ogni prognosi resta risevata fino a che lo spagnolo non avrà lasciato l’unità di terapia intensiva ed avrà iniziato il recupero.

Il Team Manager, manager personale nonché amico di Joan Lascorz, Guim Roda, recentemente ha espresso il suo pensiero riguardo a Joan ed alle sue condizioni: “Prima di tutto vogliamo ringraziare tutti per l’interesse ed il rispetto mostrati a seguito dell’incidente di Joan, specialmente nel suo paese natale, ma anche nel resto del mondo. Amici, colleghi e giornalisti, grazie mille per il supporto.

Dobbiamo far presente l’impegno e l’amore dei genitori di Joan, di Maribel e di tutta la sua famiglia, hanno trascorso ogni ora al fianco di Joan e dei suoi migliori amici. Grazie inoltre per l’attenzione e l’organizzazione di tutti i medici coinvolti, nonché alla Federazione Spagnola e quella Catalana.

Le nostre comunicazioni sono brevi e caute a causa della gravità dell’infortunio, dell’incertezza riguardo alle possibilità di recupero e perché il tempo si è fermato per noi. Ora l’evoluzione della situazione è misurata in settimane piuttosto che in giorni.

Ora, la prima cosa e la più importante è quella di stabilizzare Joan di modo che possa iniziare il suo recupero, rimuovere la tracheotomia per metterlo in grado di parlare in modo fluido, per poi pianificare assieme a lui il recupero e tutte le comunicazioni del caso. Per quanto riguarda le ragioni dell’incidente ed i motivi che hanno causato l’infortunio, dovranno passare almeno due mesi prima di poter rendere note le prime informazioni attendibili.

Vorrei ricordarvi la grande perdita che tutti noi abbiamo avuto, che tutti gli appassionati del motociclismo hanno avuto, quella del talento più grande presente sulla scena. Un pilota che era destinato a fare la storia, uno di vecchia scuola, dotato di grande tenacia ed impegno, al fine trovare la propria strada senza regali, favori o elogi da parte dei media, in modo tranquillo, un passo dopo l’altro. A 27 anni di età aveva sviluppato le migliori basi per poter realizzare i propri sogni, come accade con tutti coloro che hanno la passione e la determinazione per raggiungere i propri obiettivi. Ora si vedrà quanto lontano riusciremo ad arrivare, e se questo incidente rappresenta un ostacolo o un cambiamento di obiettivi, i sogni, i nostri sogni… Non potete immaginare quanto talento nascosto risiede nell’Unità di Terapia Intensiva dell’Ospedale Vall d’Hebron.”

  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks