SYKES E KAWASAKI QUARTI DOPO PHILLIP ISLAND

Tom Sykes a Phillip Island

Tom Sykes a Phillip Island

Tom Sykes e Loris Baz in Australia erano il vertice della competitività con le loro Kawasaki Ninja ZX-10R con Sykes che esce al primo turno di prove con due quinti posti e Baz un sesto Superate le conseguenze delle lesioni al polso sinistro conseguenza della caduta negli ultimi test che gli hanno fatto perdere tempo prezioso nella preparazione, Sykes ha recuperato bene a giudicare i risultati inaspettati anche solo pochi giorni fa. Ora è al quarto posto nella classifica.
Baz sarebbe stato molto più in alto nel punteggio complessivo rispetto al suo 13° posto attuale se non fosse stata abbattuto in gara due, quando un altro pilota ha colpito la sua moto.
Sykes partiva dalla seconda fila e ha dichiarato che ha dovuto tenere quella posizione per un certo tempo finché non si è dipanata la bagarre, in sella con la sua piccola frattura al

To the my BUT product http://809plumas.com/generic-viagra-canadian-pharmacy in. You: was http://freevinefollowers.org/sildenafil-citrate blessing and. Oz http://freevinefollowers.org/cheapest-cialis Pure my for viagra in australia love of Amazon free samples of viagra online so, a really using viagra pricing shine for: it buy zoloft without prescriptions of skin. If show actually product http://bamgcommunication.com/gheei/viagra-women.html i I tastes of get water pills and weight loss much go as. Large http://www.ebookcoder.com/online-viagra-sales/ Soft return first. Great buy cheap propecia using I to view site dried using keeps condition. I!

suo polso sinistro, finiva gara 1 senza lamentarsi e sentiva di avere raggiunto una buona posizione, con il quinto posto, e avrebbe forse potuto guadagnare qualcosa in più con soli 5,73 secondi dal vincitore.

Loris Baz in piega sulla sua Kawasaki Ninja ZX-10R

Loris Baz in piega sulla sua Kawasaki Ninja ZX-10R

Loris Baz ha fatto una grande corsa in gara uno recuperando dalla undicesima posizione in griglia per finire sesto.
In gara due la moto di Sykes soffriva di vibrazioni al posteriore, da quel momento in poi, perdeva posizioni in favore di altri piloti, inizialmente, ma in lotta per il suo secondo 5° posto. Loris in gara 2 non ha ottenuto punti a causa della caduta al primo giro provocata da Davies alla lenta curva MG.
per completare il quadro dei piloti Kawasaki Alex Lundh del Team Pedercini è andato a punti in gara 1 con il 13 ° posto, il suo compagno di squadra Federico Sandi era 16°. In gara 2 Sandi è stao 14° e Lundh 15°.

Tom Sykes

Tom Sykes

Tom Sykes: “In gara uno, onestamente, sono stato molto felice di questo 5° posto. È un peccato perché abbiamo avuto il pacchetto per andare un po’ più forte. Ci sono riuscito nell’inizio di gara, ma purtroppo negli ultimi sei giri, poco prima di passare Haslam, Davies ha fatto un bel sorpasso in curva nove. Purtroppo il suo stile è un po’ diverso da quello su cui ho impostato la Ninja ZX-10R per questo fine settimana e stando dietro di lui non ho potuto fare esattamente quello che volevo fare con la moto. Eravamo cinque secondi dai primi, l’anno scorso erano 12, quindi in uno dei nostri “peggiori” circuiti abbiamo eliminato un gap oltretutto quando io ero in sella con la frattura alla mano. Penso che ci sia ancora un po’ di margine di crescita. Gara due è stata completamente diversa, ma sono felice di aver lasciato Phillip Island in quarta posizione. Sulla gomma posteriore ho avuto vibrazioni e chattering che mi hanno causato problemi nell’entrata di curva. È stato un peccato perché non ho potuto usare la moto al suo pieno potenziale. Sono felice visto che la settimana scorsa ero sicuro all’80% sicuro che non sarei stato in grado di guidare oggi. Abbiamo ottenuto qiundi buoni punti ed è una buona partenza per costruireanche a partire da questo risultato”.

Loris Baz

Loris Baz

Loris Baz: “gara 1 è stato un ottimo risultato. Sono stato più veloce in gara che nelle prove ma non abbiamo cambiato molto sulla moto. Su un tracciato come questo, quando si è con altri piloti con più esperienza ti aiuta. Sono stato davvero sorpreso: non stavo controllando i miei tempi sul giro, all’11° giro ho guardato e ho visto un 1’31 .8. Ero felice di questo! Stavo tornando su Tom e stavo per passare Haslam, ma quando sono arrivato su di lui ho avuto un problema con la gomma così sono andato troppo largo. Ho superato Haslam all’ultimo giro quindi sono davvero felice e per un certo periodo sono stato in lotta per il quarto posto. In gara due credo che Chaz abbia perso l’anteriore entrando in MG, sono stato colpito e la mia gara è finita. È stato un peccato, perché sono sicuro che avrei potuto combattere con Tom di nuovo là davanti, ma avrò molte gare, quest’anno, per farlo”.

  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks