AYRTON BADOVINI, UN CAMPIONE DIETRO LE QUINTE

Ayrton Badovini "semiufficiale" con la tuta Ducati

Ayrton Badovini "semiufficiale" con la tuta Ducati

Inizia da questo numero una rubrica dedicata ad uno dei più promettenti campioni di casa nostra, compagno di team di Carlos Checa in casa Ducati, sulla nuovissima 1199 Panigale, oggetto del desiderio di tutti gli appassionati della “rossa” di Borgo Panigale.

Il “dietro le quinte” di “Speedy” Ayrton si svilupperà con una serie di interviste condotte da un amico, nonché principale animatore del suo Fans Club, Massimiliano “Massy” Monti, e si parlerà poco di tecnica, più delle emozioni e di tutti gli aspetti di un pilota quando è semplicemente… un ragazzo, un ragazzo come tanti, ma con una volontà e una meta in più (e, naturalmente, una abilità, in più…).

Insomma, attraverso queste interviste vogliamo far conoscere meglio l’Uomo Ayrton, prima ancora che il pilota, perché, secondo noi, questo ci permetterà di capire meglio le sue emozioni quando, dal box alla bandiera a scacchi, lo vedremo correre verso quella meta che rappresenta la sua vita. Anche con affetto.

il direttore

 

Ayrton in ospedale dopo l'hight side di Phillip Island ha già il pollice alzato...

Ayrton in ospedale dopo l'hight side di Phillip Island ha già il pollice alzato...

Ciao Ayrton, innanzi tutto come stai?

Non sono al 100% ma comincio a stare meglio… le costole vanno bene ma il piede non ancora benissimo

Facciamo due chiacchere!

Ok…

Questo fine settimana sei stato a Gubbio, svago o lavoro?

Svago e lavoro… ho conciliato un incontro di lavoro con la gara di automodelli 1:8…. una grande passione e in più sono molto amico del pilota Michele Romagnoli, che in gara tra l’altro ha fatto terzo…. spettacolare, mi sono divertito molto….

un insospettabile Ayrton Badovini alle prese con i suoi modelli

un insospettabile Ayrton Badovini alle prese con i suoi modelli

Raccontami com’è  vivere una competizione da spettatore per te che sei abituato ad essere un protagonista!

Essere spettatore e avere una persona cui sei legato, che corre, è più stressante che correre in prima persona… non so come facciano mamma e papà!

Ma la passione per il modellismo dinamico quando è iniziata?

Ho sempre amato i radiocomandi e il modellismo automobilistico, è simile alle mie gare…. ovvero tempi sul giro che si migliorano solo con le giuste traiettorie e i giusti set-up…. chiaramente ho le mie macchine…. diversi tipi…. ma per ora il mio fiore all’occhiello è una 1:12 la macchina con cui Romagnoli ha fatto secondo ai campionati italiani 2013

Girare con queste macchinine può anche considerarsi un “allenamento”, dove poter trovare beneficio al tuo mestiere?

Sicuramente è basato sui riflessi, freddezza e concentrazione… ma il miglior beneficio è l’evasione mentale che comporta… quando giri sei lì con la testa e non pensi ad altro… aiuta a rilassarsi…

il sorriso di Ayrton pescatore con la preda in mano

il sorriso di Ayrton pescatore con la preda in mano

So che hai un’altra passione/hobby, la pesca! Raccontaci qualcosa, quale tecnica preferisci, fiume lago o mare?

Anche la pesca come le Rc (radiocomandate N.d.R.) è un ottimo modo di svagarsi… silenzio e natura ti fanno ritrovare pace… tranne quando fa freddo… li, cxxxo, vorrei tornare a casa! Mare fiume lago… non importa… l’importante è la bella compagnia…

Da riva o su barca?

Amo la nautica quindi se posso scegliere barca!

Hai un ricordo in particolare su una “cattura” per qualche motivo speciale o particolare?

Si… il mio best… uno storione in una cava che pesava circa 30kg… era più alto di me… una fatica, poi, dopo averlo liberato, non ho più pescato per dei mesi… ero troppo appagato!

la Ducati 1199 Panigale di Badovini "brasata" dopo l'hight side a Phillip Island

la Ducati 1199 Panigale di Badovini "brasata" dopo l'hight side a Phillip Island

Veniamo al tuo mestiere, un inizio stagione veramente “traumatico”, puoi dirmi oltre al forte dolore fisico, cosa passa per la mente nell’attimo in cui realizzi che la scivolata ha compromesso il primo round, al punto da doverlo “affrontare” da spettatore, cosa che immagino sia molto più difficile!

Ho studiato la concorrenza! scherzo… appena realizzi che non si corre ti concentri solo sulla salute e studi come recuperare il prima possibile… chiaramente essere nel box e non salire in moto è pesante…

la foto ufficiale 2013 di Ayrton Badovini con i colori del team Alstare

la foto ufficiale 2013 di Ayrton Badovini con i colori del team Alstare

Dopo una brutta caduta, si riparte più forti o più “prudenti”?

Prima prudenti… poi appena ti senti a tuo agio sei più forte.

Quello che fai lo consideri più il tuo mestiere, la tua passione o la tua vita?

La mia vita e la mia passione, e ho la fortuna che sia anche il mio mestiere.

Se non fosti diventato un pilota professionista, che lavoro faresti?

Non ne ho idea… mi inventerei qualcosa…

Ayrton si emoziona quando?

Quando raggiungo gli obbiettivi che ho in mente, qualsiasi cosa stia facendo…

Progetti per il futuro?

Adesso mi concentro nelle corse ma ho delle idee per il futuro… ma non le dico altrimenti mi rubano il progetto!

Bene, per ora è tutto, e mi spiace per te, ma ci ritroveremo!!!

Ok alla prossima!

  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks