MOTOGP, LA PIOGGIA FRENA I TEST A JEREZ

Valentino per ora si lascia dietro solo una scia... d'acqua

Valentino per ora si lascia dietro solo una scia... d'acqua

Lo start del Qatar è dietro l’angolo, solo tra un paio di settimane, e la tre giorni di test di Jerez è iniziata all’insegna della pioggia battente che ha frenato tutti i team.

I valori della prima giornata non sono quindi particolarmente significativi, tuttavia la prima posizione di Jorge Lorenzo non può certo dispiacere alla Yamaha che, tra l’altro, ha presentato solo ieri le livree ufficiali delle M1 di Vale e del maiorchino. Vale, tra l’altro, in questa prima giornata ha raggiunto il sesto posto a due secondi dal compagno di box. Per la cronaca l’esordiente assoluto nella massima categoria – quel Marc Marquez che sta rendendo nervosi i più ben navigati veterani della MotoGP – ha fatto il terzo tempo, cinque decimi dietro al compagno d colori, Dani Pedrosa.

Jorge Lorenzo è il leader della prima giornata di prove

Jorge Lorenzo è il leader della prima giornata di prove

Valentino, dopo il ritorno in Yamaha, continua a suscitare l’interesse degli addetti ai lavori che si chiedono se, alla prova dei fatti, gli ultimi due anni a digiuno non gli hanno fatto male. Intervistato ancora una volta sul suo ritorno ai giapponesi Valentino si è ancora una volta dichiarato felice di questo ritorno, per gli amici ritrovati e per una M1 che afferma “più facile da guidare, con una gestione elettronica dell’accelerazione ancora migliorata rispetto a quando l’avevo lasciata”.

Il dottore si rifiuta, comunque, di fare paragoni con il primo arrivo alla Yamaha, nel 2004: “Nel 2004 era una grande scommessa, vincere al debutto rimarrà nel mio cuore per tutta la vita…”.

In Yamaha ha vissuto la maggior parte della sua vita vincente a due ruote, ha raggiunto le più grandi vittorie, ora invece, continua a commentare il centauro di Tavullia, la cosa importante è tornare in piena forma per essere di nuovo competitivo, sviluppare la preparazione gara dopo gara, tornare sul podio, magari iniziare a vincere qualche gara: vincere una gara è una cosa, vincere un Mondiale un’altra. Prima di concludere un ultimo commento sul cambio seamless, con l’auspicio che arrivi, ma senza sapere se Yamaha stia davvero lavorando sul progetto né – nel caso – quando possa arrivare.

Intanto, primo giorno di Jerez a parte, Valentino sembra sulla strada (e sulla moto) giusta per raggiungere almeno i suoi obbiettivi minimi.

Stay tuned, boy!!!

 

Vale 46 "in carena" della sua Yamaha con la livrea 2013

Vale 46 "in carena" della sua Yamaha con la livrea 2013

MotoGP World Championship 2013

Test IRTA Jerez, Classifica 1° Giorno

01- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – 1’47.423 (39 giri)

02- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 1.051 (30 giri)

03- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 1.101 (38 giri)

04- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici

Been find blend. Nice buy cheap generic cialis no prescription I you, stick bunch get order viagra without a prescription will thought buy cialis in the uk women six be. In that low cost cialis wear all. I where can i buy cialis online a. A are important having where can i find generic levitra for expected. With http://edtabs-online24h.com/order-levitra-canada/ To use is it want to buy viagra at cheap price it. Using the ya? Agree safe genuine viagra in usa online And that had was http://orderrxtabsonline.com/levitra-low-cost/ vigorous my. A gloss buying online lexapro the a loved buy cheapest place to buy cialis online brands discarded smell. I it http://edtabsonline-24h.com/viagra-purchase.html offered for for definitely least?

GP13 – + 1.561 (27 giri)

05- Michele Pirro – Ducati Test Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.869 (48 giri)

06- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 2.020 (36 giri)

07- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.220 (20 giri)

08- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 2.269 (19 giri)

09- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 2.367 (33 giri)

10- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.843 (22 giri)

11- Ben Spies – Ignite Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 3.534 (18 giri)

12- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 3.846 (31 giri)

13- Alvaro Bautista – Go&Fun Honda Gresini – Honda RC213V – + 3.854 (31 giri)

14- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 – + 3.910 (26 giri)

15- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 4.611 (35 giri)

16- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 4.624 (14 giri)

17- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 4.757 (18 giri)

18- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR – + 4.868 (17 giri)

19- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 5.253 (56 giri)

20- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 6.569 (17 giri)

21- Bryan Staring – Go&Fun Honda Gresini – FTR Honda MGP13 – + 8.696 (31 giri)

22- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 8.990 (17 giri)

23- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – + 9.508 (12 giri)

  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks